Category Archives: arte

Roberto Saviano al Pala Yuri di San Lazzaro il 21 aprile

Roberto Saviano

Roberto Saviano sarà a San Lazzaro venerdì 21 aprile alle ore 18,30 al Pala Yuri di Via Repubblica, 4, per dedicare una sua lettera ai Futuri Maestri, agli spettatori e ai cittadini: amore, guerra, lavoro, crisi e migrazione come cinque punti di partenza, cinque fulcri, cinque grimaldelli per schiudere mondi. Un’occasione unica per ascoltare lo scrittore e sentire come risponderà alle domande e alle sollecitazioni dei ragazzi e delle ragazze del progetto, che hanno molte curiosità sulla Continue reading


La Fondazione Cirulli a San Lazzaro. Il top mondiale per l’arte italiana del Novecento.

gavina

San Lazzaro di Savena è destinata a ritornare un luogo di riferimento mondiale per l’arte italiana del Novecento. L’edificio che è stato la sede storica della “Simon Gavina” (Via Emilia, 275) è divenuto infatti sede della Fondazione Massimo e Sonia Cirulli, che gestisce quello che, con le sue 200.000 opere, costituisce oggi il maggior archivio privato di arte italiana del ventesimo secolo, il “Massimo and Sonia Cirulli Archive”. Fondato nel 1984 da Massimo Cirulli a New York e attivo tra New York e Bologna, l’archivio racconta con un taglio inedito e multidisciplinare l’arte del Novecento e la storia d’Italia del secolo scorso, dal 1900 al 1970, dalla nascita della Modernità e del Made in Italy sino al boom economico.

L’arrivo a San Lazzaro della Fondazione è stato anticipato nei mesi scorsi Continue reading


“Esodi”. Mostra fotografica sull’immigrazione.

Esodi

E’ ricchissima di contenuti la mostra fotografica che si apre venerdì 28 ottobre alle ore 18,30 in Mediateca. Il titolo è “Esodi – La stessa storia. Le stesse acque. Lo stesso dolore”, e racconta, attraverso immagini e parole, il laboratorio teatrale interculturale che con lo stesso titolo fu condotto nei mesi scorsi dalla Compagnia Teatro dell’Argine, con cinquanta ragazzi provenienti da diciotto paesi diversi, il cui esito finale è stato uno spettacolo con la storia di un Pinocchio moderno, smarrito, tormentato e ricco di speranze, come i migranti dei giorni d’oggi, che attraversano il deserto e poi il mare, per un sogno di speranza e libertà.

La mostra è composta da fotografie di Gabriele Fiolo – artista bolognese conosciuto per i suoi progetti fotografici in Tanzania e per l’importante lavoro sui temi delle disabilità – e da testi di Domenico Quirico, caposervizio esteri e reporter del quotidiano La Stampa, autore di “Esodi, Storia del nuovo Millennio”, dell’editore Neri Pozza.

L’inaugurazione avverrà attraverso una performance dei ragazzi protagonisti del laboratorio e delle foto: un ulteriore momento d’incontro di linguaggi artistici, dialetti, racconti, canti ed esperienze. I pannelli della mostra saranno visitabili in Mediateca fino al 19 novembre, ma un’altra importante e consistente parte della mostra sarà ospitata in vari luoghi della città, negozi e spazi privati.

Il vicesindaco Claudia D’Eramo ha dichiarato fra l’altro: “Il bel lavoro che San Lazzaro sta portando avanti sull’accoglienza è frutto di un territorio che nel suo dna porta le tracce di una terra aperta a prendersi cura di chi soffre”.

La pagina del sito del Comune

Il depliant della mostra (.pdf)

 


Il lavoro quotidiano. Una mostra fotografica in Sala di Città

lavoroquotidiano

Il progetto fotografico ha lo scopo di raccontare il lavoro attraverso le esperienze, molto diverse fra loro, di sette persone che vivono a San Lazzaro: un giovane prete di campagna, un’insegnante delle superiori, una famiglia di giostrai, un falegname, un medico di famiglia, una speleologa e anche un celebre cantante (Gianni Morandi).

Viene offerto in questo modo uno sguardo intimo ed emotivo sulla relazione tra vita personale e vita lavorativa.

L’inaugurazione, in Sala di Città, è prevista per sabato 8 ottobre alle 18.30, e la mostra rimarrà aperta fino al 23 ottobre, con un piccolo “spin-off” visitabile anche in Mediateca.

La mostra fa parte delle rassegne “Le vite degli altri” e “Work in Progress 3″.

Simone Martinetto è fotografo, docente di fotografia e artista visivo. Il suo progetto è stato selezionato tra i vincitori del concorso “Giovani talenti creativi”.

Altri materiali nel sito del Comune


Festival di tre giorni a San Lazzaro sulla “scrittura selvatica”

enkidulogoPer ben tre giorni, dal 27 al 29 maggio, San Lazzaro ospiterà un evento culturale che ha per oggetto un tema molto particolare: il rapporto fra gli esseri umani e il mondo vegetale.

Si definisce “Festival di scrittura selvatica” e si intitola “Enkidu”, in riferimento all’uomo selvatico che fa da alter ego a Gilgamesh, l’eroe della grande epopea che, con i suoi 4500 anni, è la prima narrazione scritta della nostra storia.

Il festival Enkidu, che si articola in un fitto programma che si sviluppa fra la Mediateca e il Museo della preistoria “Luigi Donini”, esplora quindi le relazioni fra vita dell’uomo e vegetazione, in particolare alberi, boschi, foreste, con l’obiettivo di dare forma alla riflessione attuale sulla wilderness e la selvatichezza, sull’ambiente e sui nostri modi di abitarlo. La formula è adatta a ogni tipo di pubblico, dando spazio anche a video, installazioni, immagini. Scrittori, artisti, editori, attori, paesaggisti, critici si confrontano intorno al rapporto tra uomo e piante, proponendo una lettura originale del nuovo interesse verso il verde e la natura selvatica.

Il programma

La locandina


Nuovo! Il calendario degli eventi della cultura a San Lazzaro

google_calendar_title

 

E’ stato avviato un nuovo servizio sperimentale di San Lazzaro Cultura: il Calendario degli eventi della cultura.

In un unico strumento web, agile e dinamico, vengono inseriti i principali appuntamenti della cultura della città.

Gli eventi sono quasi tutti navigabili e il calendario è condivisibile.

Per segnalazioni: sanlazzarocult[at]libero.it

Qui la pagina del Calendario.


In arrivo un fumetto su Carlo Jussi?

Carlo Jussi

Carlo Jussi

 

E’ uscita la graduatoria del bando “Giovani talenti creativi”, lanciato dal Comune di San Lazzaro.

Con data 15 febbraio, è stata diffusa la tabella dei progetti giudicati idonei, i cui autori dovranno comunicare l’accettazione.

Al secondo posto si è collocato il progetto di Davide Parri, relativo a un fumetto su Carlo Jussi.

Carlo Jussi, medaglia d’oro al valor militare alla memoria, militò in una formazione partigiana e venne fucilato a neppure vent’anni, nel 1944, offrendo un “magnifico esempio di coraggio e di generosa abnegazione”.

Pochi sanno che alla sua memoria è dedicato anche l’altare maggiore della chiesa di San Lazzaro, donato dalla famiglia Jussi. Nel suo lato nascosto è scritta una dedica per lui in latino.

La tabella dei progetti idonei

Il profilo facebook di Davide Parri


Estenio Mingozzi, architetto e poeta – un ricordo nel sito del Comune

Estenio Mingozzi

Estenio Mingozzi

Il sito del Comune (qui) ricorda la figura dell’architetto Estenio Mingozzi, personagggio di spicco di San Lazzaro, molto conosciuto e stimato per le sue doti professionali ed umane, recentemente scomparso. All’ingresso della Mediateca vengono esposte e rese disponibili al prestito le sue opere, nello spazio destinato ai percorsi bibliografici.


Cinema, teatro e altro sull’adolescenza con “Generazione Y”

generazioney

 

E’ in corso a San Lazzaro l’ampia rassegna “Generazione Y”, dedicata al mondo degli adolescenti e alla riflessione sull’impatto fra questa fascia giovanile e la realtà sociale di oggi.

I riflettori sull’adolescenza sono accesi attraverso cinema, teatro, mostre, laboratori e conferenze.

Per il cinema, rimangono in programma tre proiezioni. Nella rassegna dedicata a Sofia Coppola, questa sera viene proposto “Somewhere” e, il 28 aprile, “Bling Ring”, mentre per il ciclo “Fresh Film” rimane, per il 14 maggio, “Giochi d’estate”, di Rolando Colla.

Sono in corso ancora i laboratori per genitori, alcune mostre, una conferenza e appuntamenti di teatro e danza.

Il programma completo

Il volantino (.pdf)


Mostra in Sala di Città: “Girgenti: l’altro tempo della pittura”

girgenti

Un’opera di Salvatore Girgenti (particolare)

Si apre sabato 14 marzo alle ore 16,30, in Sala di Città, la mostra “Girgenti: l’altro tempo della pittura”, una personale a cura di Giovanna Mauro, organizzata e allestita da Giuseppe Pedrini.

Salvatore Girgenti (Palermo, 1921 – San Lazzaro di Savena, 2010) fu una persona di grande sensibilità artistica, ma anche molto attento ai valori della partecipazione sociale. Si definiva “operaio della cultura”, per indicare come il servizio alla cultura si può svolgere con la modestia e la diligenza del lavoratore scrupoloso, e non solo nel mondo degli artisti di fama.

L’inaugurazione della mostra, che verrà condotta da Mauro Maggiorani, prevede Continue reading