Grande jazz. A San Lazzaro la Sun Ra Arkestra

sun-ra-arkestra-1

Lunedì 3 aprile, nell’ambito del festival “Crossroads”, alla Sala Paradiso di San Lazzaro è in programma alle ore 22 un concerto della “Sun Ra Arkestra”, che con le sue pittoresche scorribande interplanetarie è un’ospite internazionale di grande richiamo della longeva rassegna regionale. Il complesso si presenta in collaborazione con Paradiso Jazz.

SUN RA ARKESTRA
Marshall Allen, sax alto, flauto, direzione – Cecil Brooks, tromba – Tara Middleton, voce, violino – Knoel Scott, voce, sassofoni – James Stewart, sax tenore – Danny Ray Thompson, sax baritono – Dave Davis, trombone – Dave Hotep, chitarra – George Burton, pianoforte – Tyler Mitchell, contrabbasso – Wayne Anthony Smith Jr, batteria – Elson Nascimento, percussioni, surdo


Festa della donna. Non solo 8 marzo.

non_solo_8_marzo-2017

Serie di iniziative del Comune di San Lazzaro per celebrare l’8 marzo. Dal 10 febbraio  è in corso una serie di incontri culturali e di appuntamenti col cinema al femminile. Il prossimo è in programma per il 22 febbraio.

Qui il programma completo


La Fondazione Cirulli a San Lazzaro. Il top mondiale per l’arte italiana del Novecento.

gavina

San Lazzaro di Savena è destinata a ritornare un luogo di riferimento mondiale per l’arte italiana del Novecento. L’edificio che è stato la sede storica della “Simon Gavina” (Via Emilia, 275) è divenuto infatti sede della Fondazione Massimo e Sonia Cirulli, che gestisce quello che, con le sue 200.000 opere, costituisce oggi il maggior archivio privato di arte italiana del ventesimo secolo, il “Massimo and Sonia Cirulli Archive”. Fondato nel 1984 da Massimo Cirulli a New York e attivo tra New York e Bologna, l’archivio racconta con un taglio inedito e multidisciplinare l’arte del Novecento e la storia d’Italia del secolo scorso, dal 1900 al 1970, dalla nascita della Modernità e del Made in Italy sino al boom economico.

L’arrivo a San Lazzaro della Fondazione è stato anticipato nei mesi scorsi Continua a leggere


All’ITC il 27 gennaio “Tiergartenstrasse 4 – Un giardino per Ofelia”

ofelia

E’ uno degli spettacoli storici del Teatro dell’Argine quello con cui all’ITC Teatro di San Lazzaro si celebra la Giornata della Memoria il 27 gennaio. Nell’ambito della stagione di prosa viene infatti proposto “Tiergartenstrasse 4 – Un giardino per Ofelia”.

La dolcissima e tragica storia, scritta da Pietro Floridia, che ha curato anche la regia dello spettacolo, è ambientata negli anni ‘40 ad Amburgo, e racconta l’incontro di due donne: Ofelia, una giovane disabile mentale che vive coltivando fiori nell’assoluta innocenza di un rapporto di verità col mondo, e Gertrud, l’infermiera nazista mandata a verificare le sue condizioni e che si troverà a doverla difendere dal programma T4, il cosiddetto “Olocausto minore” che prevedeva l’eliminazione dei disabili e che fece centinaia di migliaia di vittime nella Germania nazista. L’incontro si trasforma in un’amicizia profonda e in un legame di cura e di tenerezza che unirà i destini di queste due donne fino alla fine. Continua a leggere


Quaderni del Savena – Il nuovo numero il 16 dicembre

La copertina

La copertina

Venerdì 16 dicembre, in Mediateca, alle ore 18, verrà presentato il nuovo numero della rivista “Quaderni del Savena” (Strumenti, studi e documenti dell’Archivio storico comunale “Carlo Berti Pichat” di San Lazzaro di Savena), che conterrà lo Speciale Werther Romani, oltre a tante altre interessanti ricerche di carattere locale.

I “Quaderni del Savena” ospitano studi inerenti la realtà storica, sociale, ambientale, politica ed economica di San Lazzaro e delle comunità che si affacciano sulle vallate del Savena e dell’Idice.

Nata per valorizzare il territorio, letto e interpretato nel contesto culturale dell’area metropolitana bolognese, la rivista viene pubblicata in versione elettronica e cartacea.

All’incontro di presentazione interverranno Valeria Cicala e Fiamma Lenzi, dell’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, Maria Beatrice Bettazzi, Storica dell’architettura e docente universitaria (UNIBO) e Pier Luigi Perazzini, storico locale.


15 dicembre. Si ricordano Lercaro e Dossetti

giovanni XXIII lercaro dossetti

Papa Giovanni XXIII tra il cardinal Lercaro e don Giuseppe Dossetti

Importante serata su due grandi personaggi della chiesa bolognese: Giacomo Lercaro e Giuseppe Dossetti.

Giovedì 15 dicembre, alla Mediateca di San Lazzaro, alle ore 21, si terrà l’incontro su “Lercaro e Dossetti. Uomini di pace”, nel corso del quale verrà presentato il progetto di documentario sull’episcopato a Bologna del Card.Giacomo Lercaro.

Dopo il saluto di mons.Domenico Nucci, che fu segretario dell’Arcivescovo Lercaro, porteranno la loro testimonianza don Paolo Tasini, parroco di San Giovanni Battista di Colunga e di San Luca Evangelista alla Cicogna, Lorenzo K.Stanzani, autore e regista, Mauro Bartoli, produttore e Claudia D’Eramo, vicesindaco di San Lazzaro di Savena.

A seguire verrà proiettato il documentario su Giuseppe Dossetti “Quanto resta della notte?”.


Si apre la stagione dell’ITC Teatro. “La magnifica illusione”

La magnifica illusione

Venerdì 11 novembre si apre la stagione di prosa dell’ITC Teatro con “La magnifica illusione”, il nuovo spettacolo del Teatro dell’Argine, in scena fino a domenica 27 novembre con repliche pomeridiane e serali.

Lo spettacolo, firmato da Andrea Paolucci (anche regista) e Giovanni Dispenza, è senza parole, rarefatto, poetico, duro, e racconta di complicità e di altruismo, di mistero e di accoglienza, di viaggi in mare e dentro se stessi. Uno spettacolo che tenta la difficile via di parlare tanto a un pubblico adulto quanto a bambine e bambini, tanto a spettatori esperti quanto a chi non è mai entrato a teatro, grazie a un linguaggio che unisce teatro di figura e videomapping, teatro d’attore e di impegno civile.

Il regista Andrea Paolucci dice: “Abbiamo tentato di Continua a leggere


Violenza sulle donne. Una rassegna a San Lazzaro.

365 giorni no

Si svolge a San Lazzaro fino a dicembre l’edizione 2016 della rassegna “365 giorni no”, dedicata al tema della violenza sulle donne. Fra la Mediateca e l’ITC Teatro, sono in programma vari momenti di riflessione e di approfondimento su questo odioso fenomeno, ancora di piena attualità.

Fra le iniziative in calendario la proiezione di film, vari momenti d’incontro e infine lo spettacolo “La domada”, all’ITC Teatro (2 dicembre), ispirato a “La bisbetica domata” di Wiliam Shakespeare, presentato dalla Compagnia della Quarta.

Qui il programma completo

Qui il depliant


Nuova stagione ITC. Presentazione-aperitivo il 5 novembre

ITC Teatro

Una presentazione-aperitivo per la nuova stagione dell’ITC Teatro si terrà sabato 5 novembre alle ore 19.00 nella sala di Via Rimembranze, 26.

Il Teatro dell’Argine ha organizzato infatti allo scopo uno speciale aperitivo a buffet gratuito, una serata aperta agli spettatori dell’ITC Teatro, agli allievi dell’ITC Studio e a tutti coloro che vorranno partecipare.

Sarà il momento per raccontare le collaborazioni internazionali e “Futuri Maestri”, il nuovo grande progetto della Compagnia che, da novembre 2016 a giugno 2017, coinvolgerà bambini e ragazzi del territorio tra i 3 e i 18 anni.

In questa occasione saranno presentate anche le nuove tessere “ArgineBox”, pronte per arricchire la speciale “smartbox” targata Teatro dell’Argine personalizzabile con attività, sconti, regali, sorprese e offerte.

La serata potrà essere seguita in diretta dalla pagina Facebook della Compagnia.


“Esodi”. Mostra fotografica sull’immigrazione.

Esodi

E’ ricchissima di contenuti la mostra fotografica che si apre venerdì 28 ottobre alle ore 18,30 in Mediateca. Il titolo è “Esodi – La stessa storia. Le stesse acque. Lo stesso dolore”, e racconta, attraverso immagini e parole, il laboratorio teatrale interculturale che con lo stesso titolo fu condotto nei mesi scorsi dalla Compagnia Teatro dell’Argine, con cinquanta ragazzi provenienti da diciotto paesi diversi, il cui esito finale è stato uno spettacolo con la storia di un Pinocchio moderno, smarrito, tormentato e ricco di speranze, come i migranti dei giorni d’oggi, che attraversano il deserto e poi il mare, per un sogno di speranza e libertà.

La mostra è composta da fotografie di Gabriele Fiolo – artista bolognese conosciuto per i suoi progetti fotografici in Tanzania e per l’importante lavoro sui temi delle disabilità – e da testi di Domenico Quirico, caposervizio esteri e reporter del quotidiano La Stampa, autore di “Esodi, Storia del nuovo Millennio”, dell’editore Neri Pozza.

L’inaugurazione avverrà attraverso una performance dei ragazzi protagonisti del laboratorio e delle foto: un ulteriore momento d’incontro di linguaggi artistici, dialetti, racconti, canti ed esperienze. I pannelli della mostra saranno visitabili in Mediateca fino al 19 novembre, ma un’altra importante e consistente parte della mostra sarà ospitata in vari luoghi della città, negozi e spazi privati.

Il vicesindaco Claudia D’Eramo ha dichiarato fra l’altro: “Il bel lavoro che San Lazzaro sta portando avanti sull’accoglienza è frutto di un territorio che nel suo dna porta le tracce di una terra aperta a prendersi cura di chi soffre”.

La pagina del sito del Comune

Il depliant della mostra (.pdf)