Tag Archives: san lazzaro

15 dicembre. Si ricordano Lercaro e Dossetti

giovanni XXIII lercaro dossetti

Papa Giovanni XXIII tra il cardinal Lercaro e don Giuseppe Dossetti

Importante serata su due grandi personaggi della chiesa bolognese: Giacomo Lercaro e Giuseppe Dossetti.

Giovedì 15 dicembre, alla Mediateca di San Lazzaro, alle ore 21, si terrà l’incontro su “Lercaro e Dossetti. Uomini di pace”, nel corso del quale verrà presentato il progetto di documentario sull’episcopato a Bologna del Card.Giacomo Lercaro.

Dopo il saluto di mons.Domenico Nucci, che fu segretario dell’Arcivescovo Lercaro, porteranno la loro testimonianza don Paolo Tasini, parroco di San Giovanni Battista di Colunga e di San Luca Evangelista alla Cicogna, Lorenzo K.Stanzani, autore e regista, Mauro Bartoli, produttore e Claudia D’Eramo, vicesindaco di San Lazzaro di Savena.

A seguire verrà proiettato il documentario su Giuseppe Dossetti “Quanto resta della notte?”.


Il lavoro quotidiano. Una mostra fotografica in Sala di Città

lavoroquotidiano

Il progetto fotografico ha lo scopo di raccontare il lavoro attraverso le esperienze, molto diverse fra loro, di sette persone che vivono a San Lazzaro: un giovane prete di campagna, un’insegnante delle superiori, una famiglia di giostrai, un falegname, un medico di famiglia, una speleologa e anche un celebre cantante (Gianni Morandi).

Viene offerto in questo modo uno sguardo intimo ed emotivo sulla relazione tra vita personale e vita lavorativa.

L’inaugurazione, in Sala di Città, è prevista per sabato 8 ottobre alle 18.30, e la mostra rimarrà aperta fino al 23 ottobre, con un piccolo “spin-off” visitabile anche in Mediateca.

La mostra fa parte delle rassegne “Le vite degli altri” e “Work in Progress 3″.

Simone Martinetto è fotografo, docente di fotografia e artista visivo. Il suo progetto è stato selezionato tra i vincitori del concorso “Giovani talenti creativi”.

Altri materiali nel sito del Comune


Saluto a don Domenico. Un momento storico per San Lazzaro.

Mons.Domenico Nucci

Mons.Domenico Nucci

Tutta la città ha vissuto con grande emozione, in questi giorni, il saluto che è stato tributato a monsignor Domenico Nucci, parroco a San Lazzaro da ben quarantatre anni.

L’avvenimento è di portata storica, considerato il rilievo che negli anni, per San Lazzaro, ha assunto la presenza, intensamente operante, di don Domenico. L’omaggio ufficiale da parte dell’amministrazione comunale è stato fatto giovedì 29 settembre, nel corso della seduta del Consiglio Comunale che si può vedere qui. https://www.youtube.com/watch?v=YFa3z2YsqAc

Durante la Festa della Famiglia, dal 29 settembre al 2 ottobre, si sono poi avuti vari momenti per incontrarlo ed esprimergli la riconoscenza dell’intera comunità sanlazzarese.

Un modo particolare per ricordare il suo profondo legame con la città di San Lazzaro può essere rivedere invece quest’altro video, in cui don Domenico illustra brevemente proprio la figura evangelica del povero Lazzaro, e in questo modo ricorda la radice e la vocazione più autentica e profonda della nostra città.

Don Domenico parla di San Lazzaro (video)
https://www.youtube.com/watch?v=ix-q8E4nON0


Walter Siti a San Lazzaro (sabato 9 aprile)

waltersiti

Inizia sabato 9 aprile, alla Mediateca di San Lazzaro, “La bottega degli scrittori”, nuovo progetto nell’ambito della rassegna “Leggere”. Il primo ospite è Walter Siti, uno dei più acuti e originali narratori del nostro tempo, premio Strega nel 2013 con il romanzo “Resistere non serve a niente”.

L’incontro, a partecipazione gratuita ma con iscrizione obbligatoria, si intitola “Realtà e letteratura” ed è diviso in due parti:

– ore 18, prima parte: “Finto realismo, o la criminalità come intrattenimento”

– ore 19.30, buffet con l’autore (prenotazioni chiuse)

– ore 21, seconda parte: “Quanti strati ha un romanzo realista?”

Le letture verranno eseguite da Micaela Casalboni e Lucia Gadolini, della Compagnia Teatro dell’Argine.

Info: 051 6228060 (orari di apertura della Mediateca: lunedì ore 14-19.30, dal martedì al sabato ore 9-19.30)


Piazza Bracci nel 1949. La chiesa appena ultimata.

piazzabracciconalberi

Una bella e rara immagine d’epoca della Piazza Bracci con la nuovissima chiesa parrocchiale, consacrata nel 1949. L’odierna Via San Lazzaro, che costeggia la chiesa, deriva direttamente dal viale di accesso alla Villa Rossi.


Estenio Mingozzi, architetto e poeta – un ricordo nel sito del Comune

Estenio Mingozzi

Estenio Mingozzi

Il sito del Comune (qui) ricorda la figura dell’architetto Estenio Mingozzi, personagggio di spicco di San Lazzaro, molto conosciuto e stimato per le sue doti professionali ed umane, recentemente scomparso. All’ingresso della Mediateca vengono esposte e rese disponibili al prestito le sue opere, nello spazio destinato ai percorsi bibliografici.


Casanova a San Lazzaro?

Enrico Casanova

Enrico Casanova

A San Lazzaro c’è Via Casanova. Coinvolta, in questi giorni, tra l’altro, negli interventi alla circolazione stradale dovuti ai lavori in Via Emilia.

Ma, quando si legge questo nome, qual è il personaggio al quale istintivamente si pensa? Sicuramente, a molti, viene in mente il rubacuori veneziano, celebre per le sue avventure erotiche.

Perciò… Sorpresa! Il Casanova al quale è intitolata la via è invece Enrico Casanova (1868-1944), primo sindaco socialista di San Lazzaro, dal 1914 al 1921. L’immagine qui pubblicata, conservata presso l’Archivio Storico comunale “Carlo Berti Pichat”, è tratta da “Quaderni del Savena”, n. 14/2014-2015.


Fiera di San Lazzaro! Il programma

fierasanlazzaro

Il programma della Fiera di San Lazzaro 2015 (30 luglio- 2 agosto) sembra non distinguersi particolarmente da quello delle edizioni precedenti, e questo non è un male, perché, trattandosi di una manifestazione sempre ben riuscita, si può dire che una formula giusta non si deve cambiare.

Guardando un po’ il dettaglio degli appuntamenti, salta agli occhi la scelta per la grande serata del sabato sera, solitamente riservata a una vecchia gloria della musica leggera. La novità è che questa volta non si tratta di una vecchia gloria, perché la scelta è caduta su Raphael Gualazzi, giovane cantautore e pianista, già baciato dal successo con bei piazzamenti a Sanremo. Gualazzi, solitamente seduto al pianoforte, fa una musica che prende molto dal ragtime e che esprime forti influenze blues e soul. Bella scelta, se non altro per la qualità e anche per il coraggio di fare spazio a un nome non storico.

Il grande nome storico però c’è, ed è quello del giovedì: Eugenio Finardi. Finardi merita, merita sempre. E poi, Continue reading


“La polvere e il sangue”, memoria del bombardamento del 1945 su San Lazzaro

locandinadefinitiva

 

Nel settantesimo della Liberazione, San Lazzaro di Savena ricorda anche il devastante bombardamento che, il 15 aprile 1945, a soli sei giorni dall’arrivo delle truppe alleate, distrusse la chiesa e molte abitazioni del paese, provocando anche varie vittime.

Due furono i principali testimoni della distruzione: il giovane Ezio Raimondi, che, molti anni dopo, già anziano, lo narrò a una scolaresca in un commovente resoconto, e monsignor Andrea Biavati, che redigeva regolarmente le sue “Cronache parrocchiali”.

Il ricordo si terrà nella nuova Sala della Comunità della Parrocchia, la sera di mercoledì 15 aprile, con una memoria, dal titolo “La polvere e il sangue”, composta da letture, immagini e testimonianze con Mauro Maggiorani, Giovanni Bettazzi e monsignor Domenico Nucci.

Le letture sono dell’attrice Deborah Fortini.

L’evento, che si svolge con la collaborazione del Teatro dell’Argine, è coordinato da Sandro Merendi e rientra nel programma comunale delle manifestazioni per l’anniversario.


15 aprile: si ricorda il bombardamento di San Lazzaro

campanile

 

Fervono i preparativi per la serata del 15 aprile nella nuova Sala della Comunità della Parrocchia di San Lazzaro (ingresso dal Parco 2 agosto).

L’incontro, dal titolo “La polvere e il sangue”, è dedicato al ricordo del tragico bombardamento che colpì San Lazzaro esattamente settant’anni fa (15 aprile 1945), e che abbattè la chiesa e molte abitazioni della città, a soli sei giorni dalla Liberazione.

Sono stati raccolti alcuni testi, che verranno letti dall’attrice Deborah Fortini, e sono state programmate tre testimonianze, da parte di prestigiosi personaggi sanlazzaresi, eccezionalmente riuniti: Mauro Maggiorani, storico, Giovanni Bettazzi, testimone e memoria vivente di San Lazzaro, e mons.Domenico Nucci, parroco.

Inoltre, verranno presentate varie rare immagini dell’epoca.

La collaborazione generosa del Teatro dell’Argine, sempre attento alle occasioni più importanti della vita civile di San Lazzaro, offre un supporto tecnico di grande qualità.

La serata ha ottenuto il patrocinio del Comune di San Lazzaro, che l’ha inclusa nel programma ufficiale delle manifestazioni per la Liberazione, e della Regione Emilia-Romagna.